Ogni età ha le sue modalità di gioco. Tutte concorrono a sviluppare esperienza nel mondo e a costruire una propria personalità e relazioni sociali positive.

 

Con il crescere dell’età però i bambini si orientano verso tipologie diverse di gioco o di giocattoli. Tendenzialmente però ognuna dovrebbe essere orientata anche a sostenere positivamente lo sviluppo del bambino inteso in senso psico-fisico, cognitivo, ma anche emotivo e sociale.

Ecco una serie di proposte di gioco sulla base delle diverse fasi di crescita del bambino

  • 0-3 mesi

I neonati sviluppano la conoscenza del mondo attraverso i sensi: tatto, vista, udito, gusto principalmente. In particolare sono attratti da colori brillanti, vivaci, luminosi.

Proposte di gioco

Le preferenze per i giochi per questa fase dovrebbero quindi prendere in considerazione oggetti che emettono suoni dolci e rilassanti, che non effettuino movimenti veloci; magari morbidi, leggeri, di facile impugnatura con colori vivaci, facilmente lavabili e di dimensioni adeguati a non essere ingoiati.

  • 4-7 mesi

I piccoli vivono l’ambiente in modo più attivo. Vedono meglio da lontano e hanno maggiori capacità di mettere a fuoco rapidamente e di seguire gli oggetti nello spazio. Restano attratti da colori vivaci, continuano ad “assaggiare tutto”. Lo sviluppo di questo mesi è molto rapido in termini di capacità motorie e di manipolazione di semplici oggetti. possono afferrare, stringere, tirare, trattenere. Intorno ai 5 mesi possono spingersi verso l’alto e raggiungere il gioco per afferrarlo, tirarlo e spingerlo. Attorno ai sei mesi cominciano a sperimentare la volontà di mettersi seduti in maniera autonoma

Proposte di gioco

La tipologia di giocattoli consigliata resta quella fatta di oggetti morbidi, leggeri, di facile impugnatura e con margini arrotondati. Ma a differenza del periodo precedente ora riescono ad utilizzarli in maniera più autonoma

  • 8-9 mesi

Intorno agli 8-9 mesi possono comparire suoni orientati alla formazione di brevi e semplici parole che nascono dalla lallazione di facili sillabe (ma-ma-ma, la-la-la, pa-pa-pa) e cominciano a comprendere anche semplici parole ripetute.
Migliora la mobilità e possono cominciare a strisciare e stare meglio seduti. Scoprono che gli oggetti possono anche essere nascosti e ritrovati migliora la coordinazione fine (presa con pollice e indice).

Proposte di gioco

La tipologia di giocattoli via quindi a giochi leggermente più complessi con materiali anche più rigidi ma comunque sufficientemente grandi da non essere ingeriti, facilmente lavabili, riflettenti e luminosi, sonori e che rispondono anche a semplici azioni schiacciandoli, ruotandoli impilandoli.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: